Archivio

,,Postato da su

Approvata la legge di stabilità.

legge stabilità 2016

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la tanto attesa legge di stabilità 2016. Confermando le promesse della vigilia, Renzi ha introdotto nel provvedimento importanti misure per la casa: l’abolizione delle tasse sulle prime abitazioni e la proroga del bonus ristrutturazioni

Legge di stabilità 2016 ristrutturazioni – Anche per il 2016 viene rifinanziato il bonus ristrutturazioni. Le detrazioni passeranno dal 36 al 50%. Prorogato anche il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, così come l’ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica. Nel comunicato finale di Palazzo Chigi  “viene aumentata dal 36% al 50% la detrazione sulle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, confermando l’attuale livello di agevolazione. La detrazione viene mantenuta anche per l’acquisto dei mobili e di grandi elettrodomestici. Si conferma al 65% il cosiddetto ‘ecobonus’, la detrazione sulle spese per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili”.
Oltre a confermare le detrazioni dello scorso anno, c’è anche un’estensione degli incentivi agli ex Iacp per aumentare le prestazioni energetiche delle case popolari.

Legge di stabilità tasse sulla casa – Il nuovo provvedimento cancella la Tasi sull’abitazione principale e l’Imu sulle case di lusso e sui terreni agricoli di proprietà di coltivatori diretti o imprenditori agricoli. Via anche l’imposta sugli imbullonati, per un costo totale di oltre 4 miliardi. Per compensare il mancato gettito, sono garantiti trasferimenti ai sindaci. Parte del gettito verrà dall’Imu oggi pagata da capannoni e alberghi e che dall’anno prossimo verrà girata al fondo di solidarietà comunale.
In nome della “semplicità” l’anno prossimo Tasi e Imu sugli immobili diversi dall’abitazione principale continueranno a convivere e non saranno unificate.

Commentando ai microfoni di Radio 24, le misure approvate nel Consiglio dei Ministri,  Renzi ha detto che “non ci saranno aumenti di altre imposte dopo l’eliminazione dell’Imu”. L’abolizione della Tasi sulla prima casa “non comporterà aumenti di altre imposte”

,,Postato da su

Legge di stabilità: cosa cambia nell’immobiliare.

news immobiliari

Riportiamo da Idealista

Il Consiglio dei Ministri ha approvato la tanto attesa legge di stabilità 2016. Confermando le promesse della vigilia, Renzi ha introdotto nel provvedimento importanti misure per la casa: l’abolizione delle tasse sulle prime abitazioni e la proroga del bonus ristrutturazioni

Legge di stabilità 2016 ristrutturazioni – Anche per il 2016 viene rifinanziato il bonus ristrutturazioni. Le detrazioni passeranno dal 36 al 50%. Prorogato anche il bonus per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici, così come l’ecobonus per gli interventi di riqualificazione energetica. Nel comunicato finale di Palazzo Chigi  “viene aumentata dal 36% al 50% la detrazione sulle spese sostenute per le ristrutturazioni edilizie, confermando l’attuale livello di agevolazione. La detrazione viene mantenuta anche per l’acquisto dei mobili e di grandi elettrodomestici. Si conferma al 65% il cosiddetto ‘ecobonus’, la detrazione sulle spese per gli interventi di riqualificazione energetica degli immobili”.
Oltre a confermare le detrazioni dello scorso anno, c’è anche un’estensione degli incentivi agli ex Iacp per aumentare le prestazioni energetiche delle case popolari.

Legge di stabilità tasse sulla casa – Il nuovo provvedimento cancella la Tasi sull’abitazione principale e l’Imu sulle case di lusso e sui terreni agricoli di proprietà di coltivatori diretti o imprenditori agricoli. Via anche l’imposta sugli imbullonati, per un costo totale di oltre 4 miliardi. Per compensare il mancato gettito, sono garantiti trasferimenti ai sindaci. Parte del gettito verrà dall’Imu oggi pagata da capannoni e alberghi e che dall’anno prossimo verrà girata al fondo di solidarietà comunale.
In nome della “semplicità” l’anno prossimo Tasi e Imu sugli immobili diversi dall’abitazione principale continueranno a convivere e non saranno unificate.

Commentando ai microfoni di Radio 24, le misure approvate nel Consiglio dei Ministri,  Renzi ha detto che “non ci saranno aumenti di altre imposte dopo l’eliminazione dell’Imu”. L’abolizione della Tasi sulla prima casa “non comporterà aumenti di altre imposte”

,,,Postato da su

Condomini Intelligenti®

covre agenzia immobiliare rapallo

Gli Amministratori Condominiali Filippo Lasinio, Luca Brizzi e Stefano Mosca, dello studio Covre Brizzi di Rapallo sono i primi diplomati nel corso di formazione “A+ per l’Energy Management del condominio intelligente” destinato agli amministratori di condominio organizzato da Anaci Genova, Fondazione Muvita e Laboratorio delle idee, in collaborazione con Regione Liguria, Infrastrutture Recupero Energia Agenzia Regionale Ligure – I.R.E. S.p.A. e Provincia di Genova.
L’obiettivo del corso era quello di fornire agli amministratori di condominio gli strumenti necessari per assistere i condòmini all’uso razionale e sostenibile dell’energia e offrire informazioni complete in relazione ai sistemi a contatore e alla corretta ripartizione delle spese secondo il Dlgs 102/2014.
In particolare, attraverso il corso, gli amministratori hanno potuto acquisire le competenze necessarie per valutare, proporre e eventualmente intraprendere azioni migliorative per ridurre i consumi e i costi energetici del condominio da loro amministrati, attraverso interventi di riqualificazione energetica .
Gli amministratori partecipanti sono ora qualificati A+ e saranno in grado di:
rispondere alle domande dei condomini che pagheranno le spese in base al consumo e quindi vorranno risparmiare;
valorizzare il proprio ruolo grazie ad un progetto di respiro nazionale nato per iniziativa della Provincia di Genova e Fondazione Muvita; far parte dell’elenco degli amministratori qualificati dal progetto “Condomini Intelligenti®”.

AMMI-512x384

Open chat
Come vi possiamo aiutare?